NUOVE TESSERE PER IL 2017

17264121_874953085976546_7669776813965856241_n

Da sabato 11 marzo é disponibile la nuova tessera della Famiglia dei Santubaldari, plastificata e con un’immagine che varierà ogni anno. Per il 2017 non potevamo non pensare al centenario dei Ceri sul Col di Lana.
Chi l’ha già fatta, potrà ritirare direttamente la nuova; chi non l’ha ancora sottoscritta può fare domanda presso i consiglieri o in taverna.

Clicca qui per vedere la tessera intera: Tessera 2017 fronte retro

 

 

A QUALUNQUE COSTO…


Stampa

Durante il primo conflitto mondiale persero la vita oltre settecento soldati eugubini. Fu un sacrificio immane che non solo segnò le famiglie coinvolte, ma l’intera comunità di Gubbio. Fra tanta tragedia i nostri soldati seppero distinguersi anche per un impresa davvero anomala, celebrare la Festa dei Ceri direttamente in  zona di guerra, sul Col di Lana, tra le Dolomiti. A Gubbio, infatti, nel 1917, la Festa era stata sospesa per Regio Decreto ed era impensabile per i nostri concittadini alle armi non celebrare degnamente Sant’Ubaldo, sotto la cui speciale protezione avevano per altro raggiunto il fronte con tanto di “berrettino” benedetto in tasca, preziosa reliquia ubaldiana consegnata a chi si apprestava a partire per la guerra. Fu così che il 15 maggio del 1917 un copia dei Ceri di Gubbio corsero sul Col di Lana, appena qualche centinaia di metri dietro la prima linea del fronte, tra l’emozione e la commozione di quanti ebbero l’opportunità di partecipare. Insomma, i Ceri “a qualunque costo”.
Per ricordare questo evento e per onorare i soldati ceraioli eugubini coinvolti nella Grande Guerra, in tutti i fronti, la  Famiglia dei  Santubaldari ha organizzato per il prossimo sabato 11 marzo, presso la Taverna di via Ubaldini, dalle ore 17.30, un incontro appositamente dedicato, emblematicamente intitolato “A qualunque costo. 15 maggio 1917: i Ceri sul Col  di Lana”, a cui parteciperanno come relatori  Fabrizio Cece, storico e ricercatore, e Mauro Pierotti, appassionato cultore di patrie memorie che da anni svolge ricerche sull’argomento. Un piccolo contributo, perché l’avvenimento rappresenta un’importante testimonianza dell’attaccamento della nostra comunità alle proprie tradizioni identitarie e perché il sacrificio di tanti giovani eugubini non venga dimenticato.
Con l’occasione la Famiglia dei Santubaldari presenterà e consegnerà a quanti vorranno la nuova tessera del sodalizio ceraiolo valida per l’anno in corso.

 

CANONIZZAZIONE: PROGRAMMA DI DOMENICA 5 MARZO (MESSA, INVESTITURA, PRANZO)

2008 S. Ubaldo altare con corpo

Domenica 5 marzo, continuano le celebrazioni ubaldiane per la canonizazione: alle ore 9,00 è previsto il raduno di tutti i ceraioli e dei fedeli in Cattedrale, da cui, sotto la guida di S.E. il Vescovo, muoverà la processione in vista della Basilica di Sant’Ubaldo (con soste di preghiera presso le tre capelucce) ove, alle ore 11,00, sarà celebrata la Messa solenne.

Al termine della celebrazione religiosa, come è tradizione, all’interno della Basilica seguirà la cerimonia di formale investitura del Capodieci per l’alzata del Cero di Sant’Ubaldo del prossimo 15 maggio, Roberto Guidarelli.

A quest’ultimo, il 1° Capitano Giorgio Fiorucci e il 2° Capitano Marco Moscatelli, congiuntamente al Capodieci dell’anno 2016 Stefano Rossi, consegneranno lo stemma di Capodieci per l’anno 2017, con l’augurio “… di poter onorare degnamente il Nostro Santo Patrono Ubaldo”.

Espletata la cerimonia dell’investitura del Capodieci, appuntamento generale presso le sale degli Arconi del Palazzo dei Consoli di Via Baldassini per il tradizionale “Pranzo dei Santubaldari”, con la partecipazione del Sindaco Prof. Filippo Mario Stirati, del Vescovo, delle autorità civili, religiose (Rettore della Basilica, cappellano), militari, dei rappresentanti delle Associazioni depositarie della plurisecolare Festa dei Ceri, dei protagonisti delle Feste del 15 e 22 maggio p.v. e 2 giugno p.v..

Grande fermento in seno alla Famiglia dei Santubaldari per i preparativi relativi al concerto, alle celebrazioni religiose, al successivo momento conviviale, per il quale si prevede numerosa partecipazione di Ceraioli.

CONCERTO DELLA CANONIZZAZIONE ALLA PRESENZA DI MONS. ENNIO ANTONELLI

ENNIO ANTONELLI

Anche per il corrente anno 2017, la Famiglia dei Santubaldari, con l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, della Camera, del Senato, del Presidente del Consiglio dei Ministri, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Umbria, della Provincia di Perugia, della Diocesi di Gubbio e del Comune di Gubbio, ha inserito, nell’ambito delle solenni celebrazioni dell’825° anniversario della canonizzazione di Sant’Ubaldo, un evento di particolare spessore culturale musicale e cioè l’organizzazione dell’ “IX° Concerto della Canonizzazione”, nel giorno di venerdì 3 marzo p.v., alle ore 21,00, presso la Chiesa di San Pietro.
La locandina del Concerto della Canonizzazione
Si tratta di un concerto di musica sacra con il seguente programma:

Johann S.Bach                 Ciaccona dalla II partita BWV 1004 per violino solo

1685-1750                       Stefano Mhanna violino

 

Franz Schubert                 “Ave Maria”

1797-1828                        David Sotgiu tenore

 

Giuseppe Verdi             “La Vergine degli angeli” dall’opera “La Forza del destino”

1813-1901                       Laura Musella soprano

 

Intervallo: Conferimento del premio a S.E. il Cardinale Ennio Antonelli

 

Nicolò Paganini                 “Nel cor più non mi sento”da “La Molinara”

1782-1840                           di Giovanni Paisiello per violino solo

Stefano Mhanna violino

 

Maurice Ravel                   “Kaddish”

1875-1937                         Laura Musella soprano

 

Alessandro Stradella           “Pietà Signore”

1645-1682                           David Sotgiu tenore

 

Giacomo Puccini                 “Gratias agimus tibi”da “Messa di Gloria”

1818-1893                          David Sotgiu tenore

 

Cesar Franck                       “Panis Angelicus”

1822-1890                             Laura Musella soprano , David Sotgiu tenore

 

Johann S.Bach                 Toccata e Fuga in re min. BWV 565 per organo solo

1685-1750                         Stefano Mhanna organo

 

 

 

Laura Musella soprano

David Sotgiu tenore

Stefano Mhanna organo e violino

Stefano Ragni pianista e relatore

Nell’occasione, come nelle precedenti edizioni, fra la prima e la seconda parte del concerto, la Famiglia dei Santubaldari procederà alla consegna del premio “Civis, Pater, ac Pontifex Ubalde”, che costituisce particolare riconoscimento ad un personaggio, storico, scrittore, ricercatore, che si è particolarmente contraddistinto per studi su Sant’Ubaldo, Cittadino, Vescovo e Patrono. Quest’anno il premio sarà attribuito a S.E. il Cardinale Ennio Antonelli, presente al concerto. La ragione del premio va ricercata proprio negli scopi, nelle finalità dell’attività della Famiglia dei Santubaldari. Uno degli scopi fondamentali dello statuto del Sodalizio, di fatto operativo sin dai primi anni ’60, lo scopo primario e più importante, è infatti la salvaguardia, l’attuazione e la corretta trasmissione alle giovani generazioni dei valori e dei principi ubaldiani, o, in altri termini, dell’insegnamento di Sant’Ubaldo. Al termine del concerto seguirà un momento conviviale nella taverna di Via Ubaldini.

LE CONDOGLIANZE PER BOTTACCIOLI

bottaccioli

Si è spento domenica mattina, intorno alle ore 7, il vescovo emerito di Gubbio, mons. Pietro Bottaccioli.
Come tutta la città, anche l’intero “popolo santubaldaro”, colpito da questa triste notizia, porge sentite condoglianze per la dipartita del Vescovo Emerito, mons. Pietro Bottaccioli, 58° successore del Nostro Santo Patrono Ubaldo, tornato alla Casa del Padre al termine della Sua fulgida vita terrena.
I Santubaldari ricordano con profondo affetto ed immensa gratitudine il Vescovo Pietro, per l’incommensurabile sentimento di amore che Egli ha sempre donato agli Eugubini tutti e alla città di Gubbio.

Ecco la lettera spedita a S. E. Mons. Mario Ceccobelli Lettera condoglianze Mons. Pietro Bottaccioli

ROBERTO GUIDARELLI E’ IL CAPODIECI 2017

10464387_756323964409269_3685829736363749828_n

Questa mattina, presso la Taverna di via Ubaldini, tramite pubblica elezione, è stato scelto il Capodieci di brocca per l’anno in corso: si tratta di Roberto Guidarelli, che ha raccolto 367 voti, contro i 105 di Claudio Passeri. Sono risultate inoltre 25 schede e 17 bianche, per un totale di 515 votanti.
Complimenti al Capodieci!